Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

logotype

"La mafia uccide, il silenzio pure."

La rotta dei poeti

    • Un passo che non trema

      La Rotta dei Poeti racconta la storia di Movimento Tellurico, un’associazione in cammino per la...

Newsletter

Iscriviti e rimani aggiornato

Eventi

Ottobre 2019
D L M M G V S
29 30 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 1 2

Facebook



Partner

Solidarieta' a Carola Rackete Capitana della Sea Watch

 

carola-rackete

 

Apprendiamo che Carola Rackete, Capitana della Sea Watch, stamattina è stata arrestata per il suo atto di disobbedienza civile, è stata infatti costretta a forzare il blocco imposto dal Ministro dell’Interno e raggiungere il porto di Lampedusa per portare in salvo 43 migranti, già vittime di torture e violenze in Libia, che aveva soccorso nel Mediterraneo e che per più due settimane non ha potuto fare scendere nella terra ferma. Riportare in Libia o in Tunisia queste persone sarebbe stato un atto disumano ed inconcepibile. 

 

 

I 40 immigrati rimasti in nave grazie al suo gesto sono finalmente tutti sbarcati, mentre lei è stata arrestata in flagranza di reato dai militari della Guardia di Finanza. Ha passato la notte nei locali della caserma ed ora è agli arresti domiciliari, con l'accusa di resistenza o violenza contro nave da guerra.

 

 

Siamo vicini e sosteniamo la scelta di Carola Rackete, che in questi giorni ha anche subito attacchi e insulti sui social a cominciare dai rappresentanti del Governo.

 

Solidarizziamo con quanti si ribellano alle politiche razziste e cercano di salvare vite umane, difendiamo la disobbedienza civile di chi si oppone a leggi che ledono i diritti umani.

 

 

Casa Memoria

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

2019  Casa Memoria Peppino e Felicia Impastato