Abbiamo ricevuto da Francesca Grosso, artista romana, due ritratti molto belli da lei realizzati. Nelle sue opere le parole creano immagini, dalla poesia “Supplica a mia madre” di Pier Paolo Pasolini prende vita il volto di mamma Felicia, mentre da “La madre di Peppino” di Umberto Santino nasce il ritratto di Peppino Impastato. Il rapporto madre-figlio ha una grande valenza sia nella vicenda di Peppino che di Pier Paolo Pasolini, che per Peppino fu un intellettuale di riferimento.
Ci stiamo già attrezzando per esporli a Casa Memoria, dove le tante opere d’arte stanno aggiungendo valore al Museo, nei prossimi giorni cominceremo a raccontarle e mostrarle anche sul nostro sito.
Intanto ringraziamo Francesca, tutti noi abbiamo apprezzato le sue significative creazioni, il cui messaggio è accresciuto dalla scelta di utilizzare dei testi di grandissimo valore, che si legano profondamente alla storia di Peppino Impastato ed a quella di tutti noi.
Con l’occasione ringraziamo tutti gli artisti che hanno donato una parte di sé a Casa Memoria.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *