Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

logotype

"La mafia uccide, il silenzio pure."

La rotta dei poeti

    • Un passo che non trema

      La Rotta dei Poeti racconta la storia di Movimento Tellurico, un’associazione in cammino per la...

Newsletter

Iscriviti e rimani aggiornato

Eventi

Agosto 2019
D L M M G V S
28 29 30 31 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Facebook



Partner

Giovanni Impastato risponde alla lettera di Piera Aiello sulla questione dell ' allontanamento dei dirigenti del 5 stelle al corteo del 9 Maggio

giovanni foto

 

 

Giovanni Impastato risponde alla lettera di Piera Aiello sulla questione dell’allontanamento dei dirigenti del 5 stelle al corteo del 9 Maggio.

 

“...Prima mi inviti e poi mi cacci via...

"Siete al governo con i fascisti, qui non potete stare" questa l'accusa...

Pochi mesi fa quando siamo stati insieme a Rosarno per il premio nazionale 'Valarioti Impastato', mi hai invitato a ricordare tuo fratello, così come ho sempre fatto da quel lontano giorno che mamma Felicia mi donò un garofano rosso. 

Chi ti ha riferito tutto quello che hai dichiarato ai giornali ti ha strumentalizzato: ti hanno raccontato che mi ero portata le telecamere per fare campagna elettorale; falso, sono giornalisti e registi che stanno facendo un docufilm sulla mia vita e volevano vedere e far toccare con mano al popolo francese che la Sicilia non è quella dei vari film come 'il Padrino ma la vera Sicilia è quella che si ribella, quella di Peppino di Rita, tua, mia e di tanti siciliani onesti; quale migliore occasione invitarli a Cinisi e Partanna, dove tra l'altro dovevi esserci così come promesso mesi fa in Calabria?.

Hai dato modo di gioire ai mafiosi con il tuo comportamento aggressivo e avallando il delirio di Umberto Santino; vorrei ricordarti che non sono io il tuo nemico, non lo è neanche il M5s di cui mi onoro di far parte, ma apri gli occhi, non sono io a essere strumentalizzata.

Peppino, Rita non sono i nostri. Sono di tutti! Peppino e Rita non hanno colore politico, sono morti perché credevano nella verità e nella giustizia anche se avevano il padre mafioso! Volevo farti sapere come la pensavo, spero di non ricevere altri inviti solo per essere il capro espiatorio per partiti che predicano bene e razzolano male e non fanno contratti di governo, ma accordi sottobanco.”

Piera.

 

“Cara Piera,

come tu sai ogni anno ti ho invitata al 9 Maggio e tu sei sempre stata benvenuta a Cinisi e al nostro corteo. Conosco bene la tua storia, qualcosa ci accomuna, una ferita che mai si potrà rimarginare. Come più volte ho ribadito, ho un grande rispetto per te e per il tuo coraggio, molto meno per le posizioni che ha assunto il movimento di cui tu fai parte, che ritengo responsabile di aver consegnato l’Italia a fascisti e razzisti come Salvini ed altri. Visto che si trattava di un corteo antimafia e nello stesso tempo antifascista e antirazzista, in coerenza con le idee di Peppino, la presenza di questi dirigenti del movimento 5 stelle non era gradita, così come non erano gradite le riprese delle telecamere al cimitero in periodo di campagna elettorale per le elezioni europee. Lo abbiamo considerato strumentale e di cattivo gusto.

Ti ho invitata con affetto quando eravamo a Rosarno e lo rifarei. Ma quando abbiamo notato le telecamere e la presenza di altri parlamentari del movimento 5 stelle non potevamo non reagire.

Non ti considero affatto il “mio nemico” e non sono io ad averti resa il capro espiatorio di partiti, come tu alludi, visto che né io né Casa Memoria siamo legati a nessun partito a differenza tua che invece sei una parlamentare di un partito che ha fatto tante promesse non mantenendole, ha tenuto in vita quella casta che doveva essere cancellata, ha preso in giro molti italiani che hanno creduto nel cambiamento. Il movimento 5 stelle ha fatto un contratto con la Lega che da sempre ha alimentato odio e razzismo, solo per rimanere al potere, facendo finta di litigare soltanto perché preoccupati dai sondaggi elettorali.

Non ho fatto gioire i mafiosi, semmai ho fatto gioire gli antirazzisti, gli antifascisti e tutti quelli che tengono a cuore la Costituzione e la Democrazia di questo paese, ed i tanti scout, studenti, preti, attivisti, con cui ci ritroviamo da sempre e che si impegnano ogni giorno per la libertà, la solidarietà e la giustizia sociale. Chi compiace i mafiosi sono quelli che all’interno delle istituzioni hanno messo personaggi legati al mondo della mafia, della corruzione e degli affari sporchi. 

Il mio gesto è stato un gesto forte perché ritengo che siamo in un momento in cui la nostra democrazia è in pericolo, non possiamo fare sconti a nessuno, dobbiamo essere molto chiari e puntuali, fare una scelta netta e dire da che parte stiamo.”

Giovanni Impastato

 

Commenti   

0 #7 Il gesto di Giovanni...Michela Casartelli 2019-05-14 15:08
Io mi trovo perfettamente d’accordo con il gesto che ha compiuto Giovanni e con le significative parole della sua risposta alla Sig.ra Aiello. Il nostro Paese è purtroppo governato al momento da personaggi come Salvini che non fanno altro che fomentare odio e razzismo... che sequestrano striscioni in cui non si fa altro che manifestare il proprio dissenso senza offese o frasi volgari... ma non esiste la libertà di pensiero? A memoria mi pare che la nostra Carta Costituzionale la menzioni... bisogna fare in modo che il vento cambi e solo con gesti concreti come quello di Giovanni forse si può sperare di andare in un’altra direzione... quella giusta, fatta di rispetto, accoglienza, UMANITÀ.... ancora una cosa mi chiedo... ma il docufilm proprio il 9 maggio doveva essere girato? Io ringrazio ancora Giovanni per il suo gesto coraggioso.... dovrebbero esserci molti altri come lui... in grado di ribellarsi... ma VERAMENTE come ha fatto lui!
Citazione
+1 #6 RE: Giovanni Impastato risponde alla lettera di Piera Aiello sulla questione dell ' allontanamento dei dirigenti del 5 stelle al corteo del 9 MaggioErminia 2019-05-12 09:35
Grazie Giovanni, ben pochi hanno il coraggio delle loro idee come te.
Citazione
-1 #5 Bravo GiovanniSandrina. Bologna 2019-05-12 08:59
Bravo Giovanni, io sono dalla tua parte.Contro la mafia,contro il fascismo,contro il razzismo e contro l'arroganza e la cafonaggine dei. 5 Stelle che ci hanno preso in giro e governano con i fascisti e i razzisti..Hai fatto bene a cacciarli.Merit ano proprio questo.
Citazione
+2 #4 CON GIOVANNI...EMILIO 2019-05-12 07:46
* Ho conosciuto Giovanni Impastato tanti anni fa, a Portici, nella Chiesa dei Salesiani: ebbi l'onere, l'onore e il piacere di intervistarlo in una Serata dedicata alla "memoria" di Peppino, alla Legalità, alla Giustizia.
Credo di aver conosciuto un Uomo umile,intellige nte,propositivo , fiero di un fratello che non si può e non si deve dimenticare!
Fratello a cui, io e Tonino Scala, abbiamo dedicato il nostro "Quella sporca dozzina" (regolarmente inviato alla Biblioteca della "Casa Memoria"!)
In questa faccenda, senza alcun dubbio, sto con Giovanni!
Citazione
-1 #3 Mi dispiace PieraGiovanni B. 2019-05-11 23:41
Mi dispiace Piera hai fatto da scudo ai 5 Stelle.Sei stata super strumentalizzat a.Forse e' il caso che devi essere tu ad aprire gli occhi non Giovanni che ha fatto bene a cacciare i tuoi amici Pentastellati dal Corteo antifascista e contro la mafia nel ricordo di Peppino.
Citazione
-1 #2 Un bel GestoCarmelo Parisi 2019-05-11 23:31
Caro Giovanni,apprez zo tantissimo la tua coerenza e il tuo coraggio.Non hai idea di quanto sono felicissimo per il gesto che hai compiuto.Caccia re dal corteo dedicato a Peppino i 5 Stelle e' stata la cosa più bella e l'azione politica più importante che ho visto negli ultimi 10 anni da quando questi arroganti sono venuti fuori.Hai ragione quando tu sostieni che hanno consegnato l'Italia ai fascisti.
Citazione
0 #1 RE: Giovanni Impastato risponde alla lettera di Piera Aiello sulla questione dell’allontanam ento dei dirigenti del 5 stelle al corteo del 9 MaggioGigi Scasso 2019-05-11 18:17
Mai cadere negli errori più banali!
Se si vuole andare ad onorare la memoria di Peppino Impastato, non si va al cimitero, presso la tomba, in pompa magna, a fare la passerella con gli altri politici e per fare campagna elettorale, con tanto di fotografi e telecamere al seguito !
Se Piera Aiello voleva onorare la memoria di Peppino Impastato, poteva farlo senza tutta questa messinscena organizzata con tanto di marchio politico equivocamente al governo con una destra che inneggia al fascismo , che è tutta da condannare !
Benissimo ha fatto Giovanni Impastato in questa occasione !!!
Condivido la sua critica e la sua scelta.
Se Piera Aiello voleva onorare veramente la memoria di Peppino Impastato assassinato dalla mafia, poteva farlo in incognito, senza troupe cinematografica e senza esibizionismo politico
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

2019  Casa Memoria Peppino e Felicia Impastato