Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

logotype

"La mafia uccide, il silenzio pure."

La rotta dei poeti

    • Un passo che non trema

      La Rotta dei Poeti racconta la storia di Movimento Tellurico, un’associazione in cammino per la...

Newsletter

Iscriviti e rimani aggiornato

Eventi

Gennaio 2018
D L M M G V S
31 1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31 1 2 3

Facebook



Partner

9 maggio 2016: impegno unitario

9mag2015

 

Già molte le iniziative in programma nei giorni dedicati al ricordo di Peppino Impastato, in occasione del 38mo anniversario del suo assassinio per mano della mafia.

Sono trascorsi trentotto anni dall'assassinio mafioso di Peppino Impastato.
Al nostro lavoro giornaliero per preservare la sua memoria, ogni anno si aggiunge quello che svolgiamo per l’organizzazione della celebrazione del 9 maggio, una data memorabile che ormai fa parte della storia del movimento antimafia.
Per quest’anno Casa Memoria, in collaborazione con le associazioni del territorio, che fanno riferimento alla figura di Peppino, ha deciso di organizzare una serie di iniziative che si concluderanno lunedì 9 maggio con una mobilitazione nazionale, che prevede, la mattina, il presidio al Casolare, il luogo dove Peppino è stato ucciso, e, nel pomeriggio, il Corteo Storico dalla sede di Radio Aut a Terrasini a Casa Memoria a Cinisi.
Il nostro invito per tutti i giorni in ricordo di Peppino, che vedranno momenti molto importanti, è rivolto alle scuole, alle associazioni locali e nazionali, ai movimenti in difesa dei territori (No-Tav, No-Muos, No-Triv) e a tante altre realtà che lottano per sconfiggere la mafia e per costruire un paese migliore, libero da ogni prepotenza e da ogni forma di sopraffazione.
I temi che affronteremo saranno molti. Venerdì 6 maggio (ore 16) il tema sarà "Donne e Mafia" con la presentazione della nuova edizione del libro di Gabriella Ebano "Felicia e le sue sorelle", in collaborazione con Navarra Editore.
Sabato 7 maggio, Casa Memoria affronterà un tema storico di notevole importanza legato al delitto Moro e all’omicidio di Peppino. Nel convegno intitolato “9 maggio 1978”, tratteremo, per la prima volta dopo 38 anni, due avvenimenti tragici accaduti nello stesso giorno in un momento difficile per la storia del nostro Paese. Oltre a parlare del profilo umano e politico delle due figure, diverse tra loro, discuteremo delle vergogne giudiziarie, delle contraddizioni processuali e dei depistaggi emersi in ambedue i casi. Saranno presenti: Agnese Moro, figlia di Aldo Moro, Giovanni Impastato, fratello di Peppino, il senatore Giovanni Pellegrino, ex presidente della Commissione bicamerale d’inchiesta sulle stragi, la giornalista-scrittrice Rita Di Giovacchino, il senatore Giovanni Russo Spena, presidente del Comitato sul caso Impastato, costituitosi nel 1998, presso la Commissione antimafia e autore della relazione, inserita nel libro “Peppino Impastato anatomia di un depistaggio”, e Umberto Santino, presidente del Centro Impastato. Coordinerà l’incontro il giornalista Francesco La Licata.
Domenica 8 maggio (ore 11) si svolgerà la presentazione del progetto "Diritti Umani, Diritto allo studio e Legalità" con la presenza dei volontari di Afrikasì Onlus e di Casa Memoria, durante la quale si parlerà della missione umanitaria nello Slum di Nairobi che le due associazioni stanno portando avanti. Dopo la presentazione, l’incontro si occuperà di immigrazione, di razzismo e dei “senza casa”, grazie alla collaborazione con Comitati che si occupano di queste tematiche.
Alle ore 16, invece, è previsto il Seminario su Mafia e Antimafia organizzato dal Centro Impastato di Palermo.
Il programma prevede anche eventi musicali e teatrali, previsti tra il 7 e il 9 maggio.
Il premio "Musica e Cultura" quest’anno sarà assegnato alla Comunità San Benedetto al Porto di Genova fondata da Don Andrea Gallo e al vignettista Vauro, che ritireranno il Premio nella serata finale del 9 maggio.
Anche quest’anno diversi artisti hanno voluto rendere omaggio alla figura di Peppino e saranno presenti in forma totalmente gratuita.
Il 7 maggio si inizierà con il Concerto in piazza organizzato da Radio 100 Passi. L'8 maggio saranno protagonisti la musica di Federico Cimini e il teatro di Giulio Cavalli.
Il 9 maggio, la serata finale con l'attrice Annalisa Insardà e la cerimonia di assegnazione del Premio Musica e Cultura.
Tanti anche gli eventi sportivi. Tra i quali, la biciclettata organizzata dalla cooperativa Libera-Mente, che gestisce il bene confiscato “Fiori di Campo” a Marina di Cinisi e che in quei giorni metterà a disposizione i propri spazi per l’ospitalità (Per info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  , Elena Ciravolo, cel. 3392485455, Ornella cel. 3461752828), e dall’associazione Margi Biker, e il campionato di calcio per i bambini organizzato dall’Associazione sportiva Calcio di Cinisi.
Il Casolare, dove Peppino è stato ucciso, l’8 maggio sarà tappa della terza edizione della “Moto Passeggiata alla Memoria”, intitolata quest’anno “Io sono Impastato di Legalità”, organizzata dal Moto Club Polizia di Stato delegazione di Palermo “Ruote libere”, che unisce simbolicamente il 9 maggio 1978, morte di Peppino, all’eccidio di Portella della Ginestra dell’1 maggio 1947. Per l’occasione sarà depositata sul luogo dell’omicidio una corona di fiori in memoria di Peppino.
Nella giornata  del 9  sono state organizzate, dagli attori del teatro Proskenion di Reggio Calabria, una  performance al casolare con interventi teatrali e musicali e la partecipazione durante  il corteo con attività di coinvolgimento e di animazione per le strade di Cinisi  riprendendo le esperienze del'76.

Come già scritto, sarà visitabile anche la mostra di Pino Manzella "Il Filo Rosso della Memoria" che in questo periodo si trova in Emilia Romagna e ritornerà a Cinisi proprio nei giorni dell’anniversario.

Previste anche mostre fotografiche: quella sui viaggi di Guido Orlando, fotografo professionista, compagno di Peppino, scomparso qualche anno fa, quella organizzata in collaborazione con AfriKasì Onlus sul viaggio in Kenya del fotografo Adriano Castroni, e, infine, quella sulla storia delle lotte dei compagni e dei familiari di Peppino, curata dall'associazione Asadin.
Come potete vedere le iniziative sono già molte, ma noi ci auguriamo che se ne aggiungano altre che ci permetteranno di completare il programma e di renderlo definitivo nel giro di qualche giorno.
Per qualsiasi informazione e proposta scriveteci a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato

Commenti   

0 #1 Quadro completoPippo C. 2016-04-02 06:24
A questo punto ci siamo.Mancava proprio l'incontro Mafia-Antimafia e trattativa fra Stato e Mafia.Con l'iniziativa su Moro e Impastato si completa il quadro della situazione.attu ale.Per non parlare del resto.Siete stati veramente bravi a proporre questo programma per il Nove Maggio.
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

2018  Casa Memoria Peppino e Felicia Impastato