Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

logotype

"La mafia uccide, il silenzio pure."

La rotta dei poeti

    • Un passo che non trema

      La Rotta dei Poeti racconta la storia di Movimento Tellurico, un’associazione in cammino per la...

Newsletter

Iscriviti e rimani aggiornato

Eventi

Gennaio 2018
D L M M G V S
31 1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31 1 2 3

Facebook



Partner

Peppino Impastato raccontato dal fratello Giovanni

Articolo tratto da iltirreno.gelocal.it

 

L'associazione Libera con i soci Coop organizza un incontro sul giornalista ucciso dalla mafia. Prima del dibattito sarà proiettato il film di Marco Tullio Giordana

 

pbn

 

 

PRATO. Il coordinamento di “Libera Prato”, in collaborazione la sezione soci Coop di Prato, organizza una giornata di riflessione ed approfondimento sulla figura di Peppino Impastato. L’evento è in programma mercoledì 12 ed è suddiviso in tre momenti diversi che vogliono ricordare il giornalista ucciso dalla mafia in Sicilia nel 1978. In mattinata, all’Omnia Center del Parco Prato, trecento alunni di terza media assisteranno alla proiezione del film “I cento passi” di Marco Tullio Giordana, pellicola che parla della vita e dell’attività di Peppino Impastato. In sala sarà presente il fratello Giovanni. Nel pomeriggio, invece, nel salone del consiglio comunale di Prato Giovanni Impastato incontrerà un gruppo di giovani ed alcune autorità. In seguito si terrà un incontro in Comune a Vaiano con i ragazzi del consiglio comunale ragazzi di Vaiano e di Cantagallo.

La sera il circolo Arci di Cafaggio preparerà una cena con i prodotti di Libera ed al termine, con il contributo di Giovanni Impastato, verrà commentato il corto “Munnizza” di Licio Esposito. Il ricavato della cena andrà alla fondazione “Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato” (Felicia, morta nel 2004, era la madre di Peppino). Per informazioni e per prenotare la cena telefonare allo 0574/633069.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

2018  Casa Memoria Peppino e Felicia Impastato