Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

logotype

"La mafia uccide, il silenzio pure."

La rotta dei poeti

    • Un passo che non trema

      La Rotta dei Poeti racconta la storia di Movimento Tellurico, un’associazione in cammino per la...

Newsletter

Iscriviti e rimani aggiornato

Eventi

Luglio 2018
D L M M G V S
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31 1 2 3 4

Facebook



Partner

27 Gennaio (1945) – (2014), giorno della Memoria.

                                          feliciabn001

Nella foto Felicia incontra a casa Memoria Armando Gasiani, deportato nel campo di concentramento di Mauthausen.

Furono per primi i soldati russi ad entrare nel lager nazista di Auschwitz, mostrando al mondo intero, i testimoni viventi di quella tragedia, che si era consumata all' interno del campo di sterminio, era il 27 Gennaio del 1945, è dall' ora che questa data rimane presente nei sopravvissuti dei campi di sterminio nazisti e nei cuori di tutti coloro che hanno in mente il ricordo di quei tragici orrori.

Bisogna aspettare il 1 Novembre del 2005 perche` diventasse “il giorno del ricordo”, in cui tutti i popoli del mondo possano riflettere e ricordare insieme in tutte le latitudini, il dolore dei sopravvissuti, le loro testimonianze ed il monito che tragedie come queste da loro vissute non abbiano da ripetersi.

I numeri dell' orrendo massacro sono spaventosi: 6.000.000 persone uccise nei campi di sterminio.

L'ONU là istituita il 1 Novembre del 2005.

G. Bultrini

 

P.S. Casa Memoria Impastato, in occasione della Shoah, vuole ricordare nel settantesimo anniversario della sua morte, il “GENERALE VITO ARTALE”, MEDAGLIA D'ORO AL VALORE MILITARE...TRUCIDATO, IL 24 MARZO DEL 1944 , NELLE FOSSE ARDEATINE DI ROMA DAL COLONNELLO KAPPLER DELLE SS, per aver sabotato gli impianti dell'azienda che dirigeva “Le vetrerie d'ottica del regio Esercito”, impedendo di far cadere i macchinari in mano tedesca.

Per troppi anni questo anniversario è rimasto nell' oblio dei ricordi e dei cittadini dimenticati dalla nostra comunità. Al di lá della Via che il comune di Cinisi vi ha dedicato, noi proponiamo che il 24 Marzo diventi una giornata dedicata al ricordo piú vivo e palpabile del sacrificio personale del generale Artale, che perse la vita per un' Italia migliore. Riteniamo sia arrivato il momento di ricordarlo, con una manifestazione pubblica, esprimendo il nostro affetto e la nostra gratitudine per il coraggio dimostrato.

Commenti   

0 #5 La Shoah,la mafiaGiulia 2014-01-29 23:53
Il ricordo della Shoah ci porta da noi.Le vergognose atrocità del nazi-fascismo,s enza azzardare nessun paragone sulla quantità delle vittime,possiam o benissimo dire,che la mafia ha usato in alcune occasioni gli stessi metodi.L'elimin azione fisica sciogliendo i corpi nell'acido fa parte della cultura dello sterminio Nazista.





scioglimento
Citazione
0 #4 La nostra memoriaE.Tamigi,Bologna 2014-01-29 00:21
Madre Coraggio assieme ad Armando Gasiani,due grande storie,due grande esperienze di sofferenza e di resistenza.Un incontro storico che ancora oggi provoca una grande emozione.Casa Memoria e' la nostra Memoria.Grazie per questi vivi ricordi che hanno segnato un impegno di resistenza.
Citazione
0 #3 Incontro storicoPippo Basile 2014-01-28 20:15
Felicia Impastato - Armando Gasiani,un incontro storico,una grande emozione.Le memorie che fanno la storia.
Citazione
0 #2 La memoria non vi mancaAdele.Cinisi. 2014-01-28 19:31
Una buona idea,una bella proposta.Dal ferroviere Peralta al Generale Artale,i nostri eroi locali.Complime nti ,vedo che la memoria non vi manca.Grazie a voi, alla vostra sensibilità e al vostro prestigio possiamo recuperare queste grandi figure dimenticate da tutti,soprattut to dalle nostre istituzioni.
Citazione
0 #1 La memoriaFranco P. Cinisi 2014-01-28 16:02
No ci sono parole,in questa triste giornata la memoria ci porta a riflettere.No cooscevo la storia del Gen.Artale,son d'accordo con voi ,una via dedicata a lui non basta,ricordiam olo in un altro modo.Ricordiamo lo assieme alle altre vittime,come ad esempio il ferroviere Peralta che si e' ridotto in miseria ed e' morto per aver rifiutato a suo tempo la tessera del partito fascista.Questi son i nostri eroi che questa comunità dovrebbe riconoscere.GRA ZIE CASA MEMORIA.
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

2018  Casa Memoria Peppino e Felicia Impastato